M¥SS KETA, UNA DONNA CHE CONTA: LA RECENSIONE

Cercare di capire M¥SS KETA, la sua filosofia, il pensiero che c'è dietro quella maschera intrigante e quell'occhiale da sera, è come cercare di capire perché Baricco sia così famoso e considerato nel mondo editoriale italiano (e non solo). Proprio per evitare il problema, la M¥SS se ne esce con un libro edito Rizzoli Lizard …

Leggi tutto M¥SS KETA, UNA DONNA CHE CONTA: LA RECENSIONE

Annunci

Inerzia di Adam Tempesta: straniamento pop

Sono un neofita per quanto riguarda il mondo del fumetto e dei graphic novel. Riesco a capire cosa mi piace, cosa non mi piace, cosa potrebbe interessarmi e cosa non si avvicina assolutamente ai miei gusti. Allo stesso tempo però, mi piace farmi sorprendere nella lettura, magari trovando nelle pagine e nei disegni che sto …

Leggi tutto Inerzia di Adam Tempesta: straniamento pop

Agatha Before Christie: l’Egitto, la scrittura e la guerra

Come già detto in precedenza, spesso ci si dimentica che gli autori prima di essere scrittori, sono anche persone normalissime, con vite altrettanto normali. Agatha Christie, che qui ancora non era una scrittrice e ancora portava il nome di famiglia, Miller, visse i suoi primi anni d'infanzia a cavallo tra l'epoca vittoriana e il primo …

Leggi tutto Agatha Before Christie: l’Egitto, la scrittura e la guerra

Frankenstein illustrato: quando Mary Shelley incontra l’arte di Bernie Wrightson

È difficile avere dubbi sulla qualità della proposta di Oscar Ink Mondadori. La collana  custodisce volumi preziosi: si va dai graphic novel europei (come La chiamata di Laurent Galandon e Mermoux) al comic americano (come il graphic novel di Fahrenheit 451, di cui abbiamo parlato qui), fino alle versioni illustrate di capolavori come American Gods, il Poema a …

Leggi tutto Frankenstein illustrato: quando Mary Shelley incontra l’arte di Bernie Wrightson

Agatha Before Christie: l’ABC della persona dietro la scrittrice

217 casi in totale, 276 vittime complessive, 93 avvelenate, le altre colpite da un proiettile, trafitte, massacrate. 205 assassini. Qualche affare di cuore, degli scandali, delle ghost stories (sì, esatto), un bel po' di spettacoli teatrali, più o meno noti, qualche poesia. Un investigatore belga, una zitella ficcanaso, una coppia di Young Bright Things, un …

Leggi tutto Agatha Before Christie: l’ABC della persona dietro la scrittrice